Cerca
scritta: welfare aziendale realizzata con lettere in legno

Il piano welfare c’è ma non si vede? Ecco perché le piattaforme welfare aziendale si spostano nell’app per dipendenti

Pubblicato da:

La consapevolezza che il valore di un’azienda si misuri anche sul grado di benessere dei propri dipendenti ha spinto molte realtà a promuovere iniziative welfare davvero interessanti. Ma un piano welfare, per poter soddisfare davvero il personale, non può basarsi esclusivamente su benefit aziendali accattivanti. C’è bisogno di considerare il quadro nella sua interezza e prendere consapevolezza dell’importanza della comunicazione verso i propri dipendenti, anche quando si tratta di rendere note le iniziative welfare pensate per loro. Come semplificare la questione? Integrando le piattaforme welfare aziendale all’interno dell’app dipendenti che il personale già conosce e impiega quotidianamente.

Il welfare aziendale: cos’è?

Per quanto non esista una formula univoca per descrivere che cos’è il welfare aziendale, possiamo nel complesso intenderlo come un insieme di iniziative, beni e servizi di welfare che vengono promossi dall’azienda e hanno l’obiettivo di migliorare il benessere e la qualità di vita dei dipendenti e delle loro famiglie favorendo una sana conciliazione tra vita privata e professionale.

Sebbene in origine il welfare aziendale fosse prevalentemente composto da servizi scelti ed erogati direttamente dall’azienda stessa (si pensi ad esempio agli asili aziendali), oggi le imprese adottano con sempre maggior frequenza i cosiddetti flexible benefit. Particolarmente semplici da gestire attraverso apposite piattaforme welfare aziendale, questi benefit definiti “flessibili” possono essere via via selezionati dai dipendenti a seconda dei propri interessi. Il lavoratore, insomma, può liberamente scegliere tra beni e servizi messi a disposizione dall’azienda in base al suo budget di spesa; possibilità, questa, che aumenta notevolmente il senso di soddisfazione dei dipendenti che si sentono così considerati nella loro individualità.

Welfare aziendale: come funziona? Ecco i vantaggi

Prima di passare a considerare perché è il caso di integrare i portali welfare nell’app per dipendenti, soffermiamoci sui vantaggi che derivano dall’applicazione del welfare in azienda.

Adottare iniziative di welfare aziendale porta con sé, in effetti, notevoli benefici che creano una situazione win-win in cui sia l’azienda sia i dipendenti risultano vincitori.

Il recente Rapporto Welfare Index PMI conclude che il 54,8% delle imprese che hanno inserito forme di welfare in azienda ha registrato notevoli ritorni positivi sulla produttività.

In effetti, ciò che accade potendo avvantaggiarsi dei benefit messi a disposizione dalla propria organizzazione, è che i dipendenti si sentono più ingaggiati e motivati sul lavoro oltre che più soddisfatti e tutto ciò si traduce in un maggior impegno dei singoli a lavorare al meglio delle proprie capacità rispettando tempi ed obiettivi.

Favorendo un miglior work-life balance, il welfare aziendale riduce la possibilità per i dipendenti di incorrere in situazioni di stress lavoro correlato mentre, al contempo, garantisce un significativo vantaggio in termini di employer branding. In effetti, costruendo un clima lavorativo positivo, è la reputazione dell’azienda stessa a trarne vantaggio, diventando agli occhi dei potenziali candidati una realtà per cui vale la pena di lavorare e in cui i lavoratori attuali, soddisfatti, sono dei veri e propri ambasciatori del band.

BENEFICI DEL WELFARE AZIENDALE PER I DIPENDENTI:

  • Aumenta il potere d’acquisto;
  • Favorisce una sana conciliazione tra vita privata e vita professionale;
  • Offre vantaggi fiscali;
  • Rafforza la relazione con l’azienda;
  • Migliora il benessere e la qualità di vita.

BENEFICI PER L’AZIENDA:

  • Incrementa la produttività dei dipendenti;
  • Incentiva i dipendenti attraverso la premiazione delle performance,
  • Attrae nuovi talenti
  • Riduce il tasso di turnover
  • Abbassa i livelli di assenteismo

Perché si tratta di semplificare l’accesso ai portali welfare

Insomma, dimostrare attenzione e sensibilità verso i propri dipendenti porta alle aziende notevoli vantaggi e, secondo i dati emersi dalla ricerca di Harris Interactive che ha coinvolto CEO e Direttori delle Risorse Umane di aziende in 6 Paesi e 3 diversi settori, il 68% di queste figure dichiara che il benessere dei lavoratori dovrebbe essere percepito come un investimento strategico.

Armarsi di un buon piano welfare, con iniziative, beni e servizi d’interesse per il personale è un buon punto di partenza per aumentare il benessere dei lavoratori. La stessa ricerca, in effetti, valuta che l’86% del campione intervistato ha già messo in atto diverse iniziative in tal senso.

Eppure…

Una ricerca pre Covid di Welfare Index PMI riportava che secondo le PMI soltanto il 22,9% dei lavoratori ha una buona conoscenza dei servizi offerti dall’impresa e solo il 33,4% ne fa uso e dichiara di gradire l’impegno dell’organizzazione.

Insomma, ciò emerge è che una volta definito un piano welfare per i dipendenti si tratta di saperlo comunicare nel modo migliore. Perché i lavoratori facciano uso dei benefit a loro rivolti devono prima di tutto conoscerli. Ecco perché i portali welfare dovrebbero spostarsi all’interno dell’app per dipendenti che il personale già usa per timbrare il cartellino, consultare documenti di lavoro, prenotare ferie e permessi e comunicare con i colleghi.

Un buon piano welfare non basta: un caso reale

Per passare dalla teoria alla pratica, possiamo considerare il caso di una PMI dell’industria edile cliente MyNet. Armatasi di un buon piano di iniziative e servizi e adottata una piattaforma welfare dedicata, la PMI aveva osservato però che le adesioni e il gradimento da parte del persone per i corporate benefit non erano variati affatto. Questa situazione rappresentava per l’azienda un vero peccato, soprattutto perché durante la realizzazione del piano welfare era stata data molta attenzione alle attività locali con l’obiettivo di favorire l’impiego dei bonus verso realtà vicine ai dipendenti così da supportare le piccole attività del territorio piuttosto che favorire le grandi multinazionali.

Nel tentativo di comprendere se questo mancato interesse da parte del personale nascesse da un’analisi errata dei loro bisogni, la PMI ha impiegato il modulo Sondaggi dell’App per dipendenti MyNet per coinvolgere i lavoratori in prima persona. Ciò che è risultato dal questionario, appositamente creato dagli amministratori del Back Office per raccogliere le impressioni del personale sul tema, è tuttavia un problema ben diverso. Il mancato disinteresse, infatti, era il semplice e diretto risultato del fatto che il personale non conosceva affatto i benefit a propria disposizione.

La piattaforma aziendale MyNet che integra i portali welfare

Insomma, la vera domanda da porsi non era perciò “come mai i dipendenti non sfruttano i benefit che abbiamo pensato per loro” quanto “come possiamo promuovere le iniziative welfare in modo efficace?”.

Secondo il sondaggio, infatti, il problema principale era associato all’accesso alla piattaforma welfare, accesso che i dipendenti portavano a termine molto raramente. Quando il personale crede che i vantaggi non giustifichino la fatica e il tempo di recuperare indirizzo internet e credenziali di accesso, lasciar perdere diventa la soluzione più economica. Quindi, come rendere l’accesso alle piattaforme welfare aziendale più semplice ed intuitivo, senza costringere il personale a scaricare ulteriori app o accedere al giusto sito internet?

I vantaggi di Link aziendali

Link Aziendali ha permesso proprio questo: garantire ai dipendenti un collegamento diretto alla piattaforma welfare all’interno dell’App MyNet senza il bisogno di passaggi esterni.

Link aziendali è uno dei moduli che MyNet mette a disposizione alle aziende per comporre la propria app per dipendenti personalizzata. Il suo scopo è quello di semplificare al massimo le connessioni aziendali, assicurando al personale la possibilità di accedere a qualsiasi portale, sito o piattaforma che l’organizzazione ritiene d’interesse. Dal Back Office del gestionale MyNet, infatti, gli amministratori possono liberamente inserire tuti i collegamenti diretti necessari, andando così a creare una lista potenzialmente infinita di link utili (per approfondire consulta questa pagina).

Al personale non resta, quindi, che continuare ad usare normalmente la propria app aziendale ed accedere, quando necessario, al modulo Link aziendali. Lì, in un elenco ordinato, sarà possibile individuare il collegamento per accedere con un solo clic ai portali esterni, piattaforma welfare aziendale compresa. Se la piattaforma lo concede, MyNet ricorda le credenziali degli utenti così da rendere l’accesso ancor più semplice, veloce ed intuitivo.

Implementando l’App con Link Aziendali la PMI edile ha permesso ai dipendenti di essere molto più coinvolti e attenti alle attività di welfare portate avanti dall’organizzazione. Ciò, oltre a rendere noto al personale il piano benefit aziendale ha prodotto un maggior senso di fiducia e stima nei confronti dell’azienda.

Insomma, il welfare è uno degli strumenti del mondo HR più efficace per favorire la conciliazione lavoro-vita privata dei dipendenti e renderlo accessibile a tutti, sempre e ovunque, con semplicità è importante tanto quanto le iniziative he lo compongono.

Questo articolo è stato scritto da

Federico CarducciCTO di MyNet. La sua passione per la tecnologia lo fa approdare, nel 2013, in Advantage Italia, una delle prime realtà italiane ad occuparsi di campagne di advertising sui social. Gestisce ora in prima persona i rapporti con le aziende e cura la progettazione e lo sviluppo della piattaforma MyNet.

Richiedi una Demo