Cerca
il questionario soddisfazione dipendenti si compila dall'App aziendale

Il questionario soddisfazione dipendenti: cosa chiedere e come farlo

Pubblicato da:

I vantaggi che le organizzazioni possono trarre dalla condivisione di sondaggi aziendali con il proprio personale e dalla successiva raccolta di feedback sono davvero significativi. Interpellare direttamente i clienti interni dell’azienda, in effetti, è la soluzione migliore per approfondire aspetti associati al morale, al grado di soddisfazione e al livello di coinvolgimento delle risorse umane. Un questionario soddisfazione dipendenti, ad esempio, permette di prestare attenzione al senso di soddisfazione delle risorse umane sul posto di lavoro. Si tratta, questo, di uno dei fattori più importanti per qualsiasi impresa considerando che maggiore è la soddisfazione dipendenti maggiore è la produttività. Tuttavia, per rendere il questionario di gradimento aziendale un successo, formulare le giuste domande non basta. Serve trovare il giusto strumento per veicolarle. Ecco la storia di una cooperativa di servizi che ha trovato la soluzione ideale.

Il questionario di soddisfazione del personale

È proprio vero, l’ambiente di lavoro è quello in cui le persone passano la maggior parte delle proprie giornate. Basta considerare questa semplice realtà per cogliere con evidenza che per qualsiasi azienda decisa a trattenere i propri talenti ed acquisirne di nuovi, garantire ai lavoratori la sensazione di soddisfazione (personale e professionale) sul posto di lavoro dev’essere uno dei punti principali dell’agenda.

Che fidelizzare il personale sia importante tanto quanto fidelizzare i clienti è ormai una certezza che sta da anni alla base dei Marketing Interno. La spiegazione è in realtà molto semplice: il personale fidelizzato, che si sente cioè parte integrante dell’azienda, si trasforma automaticamente in ambasciatore del brand, lavora con maggior produttività e motivazione, si prende maggior cura del cliente e garantisce all’azienda un significativo risparmio economico. Un questionario di soddisfazione del personale ha quindi lo scopo di valutare e misurare la situazione attuale per rispondere al meglio ai bisogni del personale ed assicurarsi un buon livello di soddisfazione dipendenti.

Tendenzialmente, la soddisfazione del personale risente di vari fattori che possono però essere facilmente indagati all’interno di un unico sondaggio. Un esempio di questionario soddisfazione dipendenti dovrebbe soffermarsi su domande riferibili a:

  • Carichi di lavoro;
  • Retribuzione;
  • Rapporto con colleghi e supervisori;
  • Possibilità di crescita professionale;
  • Strumenti e spazi di lavoro;
  • Gestione ed efficacia della comunicazione interna.

Alla base del questionario aziendale efficace? L’anonimato e la giusta tecnologia

Qualsiasi indagine interna, questionario aziendale incluso, per essere davvero efficace deve garantire alle persone l’anonimato. Questa semplice precauzione libera le persone da qualsiasi timore e permette all’organizzazione di raccogliere feedback onesti e sinceri e, di conseguenza, davvero utili all’implementazione di un piano strategico che possa migliorare la situazione attuale.

Tuttavia, scegliere con cura le domande da veicolare e garantire l’anonimato è soltanto il primo passo. Altrettanto fondamentale, infatti, è individuare il giusto strumento con cui presentare qualsiasi questionario aziendale ai propri dipendenti e collaboratori, uno strumento insomma che semplifichi e faciliti l’operazione di compilazione da parte del personale e permetta di ottenere così il maggior numero di risposte possibile. In poche parole? Una tecnologia che sappia coinvolgere il personale nel modo giusto.

Un caso concreto

Che creare un buon questionario dipendenti non sia sufficiente l’ha scoperto a proprie spese una cooperativa di servizi attuale cliente MyNet.

Durante uno degli incontri preliminari con MyNet, durante i quali il team indaga le necessità delle organizzazioni così da suggerire le soluzioni più adatte, la cooperativa aveva in effetti accennato al fatto di aver abbandonato definitivamente la pratica dei questionari aziendali ritenendoli un inutile spreco di tempo e denaro. Spreco, ben inteso, dovuto al basso grado di partecipazione ai vari sondaggi da parte delle risorse umane che rendeva l’intero processo un’enorme perdita.

Da varie esperienze piuttosto simili, la cooperativa aveva concluso il problema principale fosse il poco interesse, da parte del personale, nell’esprimere la propria opinione. Ma può esserci una spiegazione diversa?

Il team di MyNet ha deciso di indagare a fondo la questione proponendo alla cooperativa di servizi l’impiego del Modulo Sondaggi dell’App aziendale per dipendenti MyNet.

Un esempio questionario soddisfazione dipendenti da compilare dall'App MyNet

Poca partecipazione al questionario dipendenti: scarso interesse o approccio sbagliato?

Ciò che MyNet si proponeva di dimostrare alla cooperativa, consigliandole l’uso del Modulo Sondaggi, era semplice: creare velocemente un questionario aziendale e ottenere un buon riscontro in termini di partecipazione è possibile ed è anche poco dispendioso utilizzando l’App aziendale. Il trucco, insomma, nell’aumentare la partecipazione delle risorse sta nell’impiego di uno strumento tecnologico che queste già conoscono e che già li affianca quotidianamente al lavoro.

Per riuscire a valutare la situazione, MyNet ha chiesto all’azienda di distribuire il questionario dipendenti a tutto il personale nel modo abituale. Questa operazione ha richiesto il coinvolgimento di 3 dipendenti e 3 lunghi giorni di fatica e, in effetti, non ha portato ai risultati sperati: solo il 15% delle risorse ha fornito un feedback.

Il Modulo Sondaggi dell’App per dipendenti MyNet

La gestione del questionario soddisfazione dipendenti attraverso MyNet e il suo Modulo Sondaggi (qui la pagina dedicata) ha tuttavia richiesto un processo totalmente diverso e l’impiego di un unico dipendente. Realizzare un questionario aziendale per dipendenti attraverso il Back Office, la regia di comando della piattaforma gestionale MyNet a cui accedono gli amministratori designati dall’azienda stessa, è un’operazione semplice e personalizzabile al 100%.

Sondaggi consente infatti di inserire un numero potenzialmente infinito di domande e definire in anticipo la tipologia di risposta ammessa: libera, multipla o singola. Una volta inserite le domande e pubblicato il questionario, tutto il personale riceve una notifica a segnalare la presenza di un nuovo sondaggio, da compilare direttamente all’interno dell’App in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo.

Questa libertà ha grandi vantaggi perché permette alle persone di scegliere in totale autonomia quando dedicare qualche minuto del proprio tempo alla compilazione del sondaggio. Che sia durante la pausa pranzo o durante l’attesa del collega, poco prima di iniziare il turno o dopo aver timbrato il cartellino in uscita, ognuno può gestire la compilazione del sondaggio come più preferisce. Il risultato? Che il questionario aziendale smette di apparire come un’attività da aggiungere alle altre per diventare un’occasione da non perdere, semplice e veloce per fornire all’azienda il proprio feedback ed avere la consapevolezza che la propria opinione conta.

Il Back Office per segmentare gli utenti e valutare le risposte al questionario dipendenti

Ancor più, dal Back Office gli amministratori hanno la possibilità di segmentare gli utenti, così da veicolare questionari ancor più personalizzati e mirati a seconda dei ruoli e dei reparti. Soluzione ottima, quest’ultima, soprattutto per poter individuare con precisione le aree in cui è necessario intervenire con maggior tempestività per poter garantire la soddisfazione dei dipendenti.

La possibilità di compilare il questionario dal proprio cellulare, utilizzando lo stesso strumento abitualmente utilizzato per comunicare con colleghi e responsabili, per rimanere aggiornati sulle novità aziendali e timbrare il cartellino, ha notevolmente aumentato la partecipazione del personale, che non ha infatti dovuto impiegare un’ulteriore tecnologia o ricorrere al tradizionale sondaggio carta e penna.

A sole 24 ore dal lancio del sondaggio, infatti, le risposte raccolte nel Back Office hanno dimostrato che il 66% dei dipendenti aveva già fornito un feedback.

Insomma, questo caso di successo dimostra con chiarezza che il sondaggio può essere una pratica semplice, economica ed efficace: basta impiega la giusta tecnologia.

Questo articolo è stato scritto da

Federico CarducciCTO di MyNet. La sua passione per la tecnologia lo fa approdare, nel 2013, in Advantage Italia, una delle prime realtà italiane ad occuparsi di campagne di advertising sui social. Gestisce ora in prima persona i rapporti con le aziende e cura la progettazione e lo sviluppo della piattaforma MyNet.